Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

Chiesa della Madonna dell’Alto o Santa Maria delle Giummarre

 
Chiesa della Madonna dell’Alto o Santa Maria delle Giummarre

Costruita nel 1100 circa per volere del conte Ruggero dei Normanni, non ha mai variato la sua destinazione d’uso, anche se l’identità morfologica ed architettonica della piccola chiesa è stata alterata da ripetute modifiche realizzate nel corso dei secoli.

L’edificio a pianta quadrangolare è addossato ad una costruzione presumibilmente saracena, utilizzata come fortilizio o comunque torre d’avvistamento, e poi passata ai monaci basiliani prima, ai benedettini in un secondo momento.

Un portico antistante la chiesa si apre su due lati, coperto da una volta a crociera.

La chiesa con il suo stile puro ed essenziale è a navata unica, divisa in campate da archi trasversali sui quali si impostano volte a botte; una nicchia al centro della quinta muraria dell’altare accoglie una scultura della Madonna col Bambino dell’artista lombardo G. Castagnola. Nello spessore murario sono state ricavate due nicchie che conservano tracce di affreschi.

Contiguo all’abside è il volume di una scala elicoidale dai gradini in pietra tufacea, mentre un torrino campanario sovrasta il torrino della scala. La torre a pianta quadrangolare, attualmente destinata a cenobio, ha due livelli: il grande ambiente unico del piano terra è segnato da due grossi pilastri, mentre un piccolo vano al primo piano è coperto da una volta ribassata.

Localita' Mazara del Vallo