Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

Mulino – Ex Salina San Cusumano

 

L'impianto dell'ex Salina di San Cusumano, così denominata in onore dei Santi Cosma e Damiano protettori dei pescatori, con la sua griglia di vasche e canalizzazioni risale probabilmente al XV-XVI secolo. Le peculiari condizioni climatiche e geomorfologiche dei luoghi si prestano all'attività delle saline, in cui è fondamentale l'azione dei venti, dato che l'industria salinaia utilizza la forza eolica sia per il sollevamento delle acque che per la lavorazione del sale.

La casa salinara, dalla forma planimetrica ad L, ingloba il mulino e si sviluppa su due elevazioni fuori terra: al piano terra si susseguono vani comunicanti scanditi da grandi archi con conci in pietra tufacea, mentre una scala a due rampe parallele fa raggiungere il primo piano. La struttura è caratterizzata da una muratura portante in conci di pietra tufacea con inserimenti parziali di pietra locale lavorata a conci irregolari.

Il mulino, posto a cerniera tra le due ali della casa salinaia, si eleva con il suo volume conico al di sopra delle terrazze: la struttura in pietra locale lavorata a conci regolari ospita all'interno una scala con gradini in legno. E pure elementi lignei sorreggono il cono superiore di copertura. Una sequenza di archi a sesto acuto sottolineati da conci di tufo costituisce il portico, che impreziosisce il semplice volume dell'edificio, completato dal tetto a due falde sorretto da una travatura lignea. Il manto esterno è in coppi siciliani.

Localita' Erice