Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

Torre del Mascaro

 

Dominando la valle circostante, la torre sorge in posizione isolata su un terreno pianeggiante, vicino alla regia trazzera che intersecava il bosco di Santa Maria, nei pressi di un punto denominato “Malopasso”, toponimo derivante dal fatto che i briganti vi si appostavano per derubare i passanti. La torre ha un impianto volumetrico semplice a pianta quadrata: le strutture murarie in conci di tufo presentano le pareti esterne a faccia vista, e quelle interne intonacate. Il portale di accesso al piano terra è costituito da un arco ogivale esterno e da un arco a tutto sesto interno, mentre nel prospetto sud-est sono ancora evidenti i segni di un’apertura con arco a tutto sesto ormai tompagnato.

Mentre sulla fascia del primo piano si aprono quattro finestre a sesto acuto, il prospetto poi è concluso da una fascia di coronamento in pietra tufacea su cui poggia una merlatura ghibellina. Gli angoli esterni nella parte superiore sono conclusi da torrioncini angolari di avvistamento sostenuti da elementi via via aggettanti Al piano terra si trova un unico ambiente coperto da una volta a botte, mentre una scala in muratura  poggiante su archi rampanti permette l’accesso al piano superiore. Al primo piano, anch’esso un unico vano illuminato da monofore al centro di ogni parete, si accede con una scala di legno attraverso una botola nella terrazza, pavimentata in cotto locale.

Localita' Mazara del Vallo