Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

CHIESA DI SAN MARTINO

 
  • Chiesa di San Martino
  • Chiesa di San Martino
  • Chiesa di San Martino
Chiesa di San Martino

Con l'ingente eredità di Pietro Salerno e con fondi della Congregazione del Purgatorio nel 1682 si costruì l'attuale chiesa di San Martino sulle rovine della precedente, risalente al 1339, in stile gotico come la maggior parte delle chiese ericine. Nel 1682 fu totalmente ricostruita, l'attuale chiesa fu consacrata nel 1698, mentre nel 1702 fu ornata di stucchi e fu eretto il campanile. Sul finire del XVIII secolo fu abbellita con dipinti del Manno e con stucchi di Pietro dell'Orto. Di pregevole fattura il coro in legno intagliato opera di Bernardo Castelli, e la statua in legno di San Martino a cavallo, di G. Curatolo. Nel 1858 furono apportate ulteriori variazioni con l’inserimento di stucchi e affreschi nelle volte e alle pareti con l’aggiunta di tele, lampadari e arredi, mentre gli altari furono decorati con marmo libeccio.

A pianta basilicale a tre navate, la chiesa prospetta sulla piazza omonima. Unico elemento decorativo sulla semplice facciata sulla quale si erge la piccola torre dell'orologio è il monumentale ingresso con portale barocco, ricco di cornici e forti aggetti, capaci di creare evidenti contrasti di chiaro e scuro.

Numero tappa 13

Vedi comune di appartenenza